Detergenti igienizzanti in tema di prevenzione da Covid-19, come orientarsi all’acquisto.
Detergenti igienizzanti in tema di prevenzione da Covid-19, come orientarsi all’acquisto.

Aggiornamento:   CIRCOLARE 22 MAGGIO, Covid-19 sicurezza dei lavoratori

 Fonti : Salute.gov.it 

in questa circolare si evince che In fase di riapertura e di ordinarietà delle attività commerciali, con presenza sul luogo di lavoro sia di lavoratori, sia di clienti che di fornitori, la pulizia regolare, seguita periodicamente da idonee procedure di sanificazione delle superfici e degli ambienti interni, riveste un ruolo cruciale nella prevenzione e contenimento della diffusione del virus.

Fonti : Salute.gov.it ,  leggi il testo completo della circolare quì

Il primo documento emesso dal ministero della salute sulle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19 citava solamente come validi per la distruzione del Covid-19 detergenti contenenti i principi attivi : Ipoclorito di Sodio (varechina 0,1 %),  Etanolo > 70% e Perossido di Idrogeno.

 FINALMENTE in data 25 Aprile 2020 però, l’Istituto Superiore della Sanità (ISS), organismo tecnico del Ministero della Salute, ha pubblicato un rapporto che conferma che le soluzioni contenenti i principi attivi dei nostri detergenti AMINOSEPT10 e DEONET sono conformi a quanto richiesto dalle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19 

Il rapporto pubblicato ha titolo “Raccomandazioni ad interim sui disinfettanti nell’attuale emergenza Covid-19: presidi medico chirurgici e biocidi

AMINOSEPT10

Aminosept10 è conforme a quanto richiesto dalle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19
Efficace g
ià in concentrazione dell’ 1%

 

 

 

 

 FINALMENTE in data 25 Aprile 2020, l’Istituto Superiore della Sanità (ISS), organismo tecnico del Ministero della Salute, ha pubblicato un rapporto dal titolo “Raccomandazioni ad interim sui disinfettanti nell’attuale emergenza Covid-19:presidi medico chirurgici e biocidi”. 

In questa nota emessa “per fornire una serie di informazioni sulla tipologia di prodotti a disposizione e sulle procedure da seguire per limitare la diffusione del virus” viene data “un’ampia panoramica relativa ai prodotti disponibili sul mercato e la loro efficacia”

Tra i principi attivi efficaci presenti nelle formule dei prodotti registrati come PMC viene indicato N- (3-AMMINOPROPIL)-N-DODECILPROPAN-1,3-DIAMMINA principio attivo di AMINOSEPT10

Peraltro anche letteratura disponibile in rete evidenziava quanto questo attivo biocida fosse efficace in concentrazione corrispondente ad AMINOSEPT10 all’1% su Virus con involucro, simili quindi ai Coronavirus, anche in presenza di modeste quantità di sostanza organica interferente.

Vi confermiamo quindi che le soluzioni preparate con la nostra formulazione Aminosept10 sono conformi a quanto richiesto dalle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19. La materia attiva antimicrobica contenuta nel prodotto, N-(3-AMMINOPROPIL)-N-DODECILPROPAN- 1,3-DIAMMINA non era infatti citata nella Circolare del Ministero della Salute n. 5443, emessa in data 20 Febbraio 2020, primo documento Ministeriale sulle procedure di trattamento delle superfici in ambienti potenzialmente contaminati da SARS-CoV-2.

DEONET

DEONET è conforme a quanto richiesto dalle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19
Efficace g
ià in concentrazione del 4%

 

 

 

Vi confermiamo che le soluzioni preparate con la nostra formulazione DEONET sono conformi a quanto richiesto dalle disposizioni ministeriali per il trattamento delle superfici in tema di prevenzione da Covid-19.

 Poiché Deonet contiene circa il 27% di Ipoclorito di Sodio, una sua soluzione al 4% contiene più dello 0,1% di Ipoclorito e soddisfa quindi quanto indicato dal Ministero della Salute. 

Troviamo infatti nella Circolare del Ministero della Salute n. 5443, emessa in data 20 Febbraio 2020:

Pulizia di ambienti non sanitari : 

A causa della possibile sopravvivenza del virus nell’ambiente per diverso tempo, i luoghi e le aree potenzialmente contaminate da SARS-CoV-2 devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati. Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro.

Pulizia in ambienti sanitari

In letteratura diverse evidenze hanno dimostrato che i Coronavirus, inclusi i virus responsabili della SARS e della MERS, possono persistere sulle superfici inanimate in condizioni ottimali di umidità e temperature fino a 9 giorni. Un ruolo delle superfici contaminate nella trasmissione intraospedaliera di infezioni dovute ai suddetti virus è pertanto ritenuto possibile, anche se non dimostrato.

Allo stesso tempo però le evidenze disponibili hanno dimostrato che i suddetti virus sono efficacemente inattivati da adeguate procedure di sanificazione che includano l’utilizzo dei comuni disinfettanti ad uso ospedaliero, quali ipoclorito di sodio (0.1% -0,5%), etanolo (62-71%) o perossido di idrogeno (0.5%), per un tempo di contatto adeguato.

Leggi anche gli articoli :

PULIRE NON BASTA : ovvero come procedere correttamente per attuare una VERA disinfezione

DETERGENZA, SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE SONO DIVERSI : ALCUNI CHIARIMENTI

 

 

 

 

 

 

 

Spesso si è comunemente portati a definire i termini PULIZIA, SANIFICAZIONE e DISINFEZIONE in modo confuso e ad utilizzarli indistintamente come sinonimi

In alcuni casi per altro si ha la tendenza a definire come pulizia anche stadi di igiene più avanzati.

ORA DEFINIAMO CORRETTAMENTE I SINGOLI TERMINI QUI DI SEGUITO :

  • Puliziainsieme di operazioni che occorre praticare per rimuovere lo sporco “visibile” di qualsiasi natura (polvere, grasso, liquidi, materiale organico…) da qualsiasi tipo di ambiente, superficie, macchinario etc. La pulizia si ottiene con la rimozione manuale o meccanica dello sporco, anche semplicemente con acqua e/o sostanze detergenti (detersione). La pulizia è un’operazione preliminare e può essere perfezionata, è indispensabile some supporto di base delle successive fasi di sanificazione e disinfezione.
  • Sanificazione: è un intervento mirato ad eliminare alla base qualsiasi batterio ed agente contaminante che con le comuni pulizie non si riescono a rimuovere. La sanificazione si attua avvalendosi di prodotti chimici detergenti (detersione) – per riportare il carico microbico entro standard di igiene accettabili ed ottimali che dipendono dalla destinazione d’uso degli ambienti interessati. La sanificazione deve sempre comunque essere preceduta dalla pulizia.
  • Disinfezione: consiste nell’applicazione di agenti disinfettanti, quasi sempre di natura chimica o fisica (calore), che sono in grado di ridurre, tramite la distruzione o l’inattivazione, il carico microbiologico presente su oggetti e superfici da trattare. La disinfezione deve essere preceduta dalla pulizia per evitare che residui di sporco possano comprometterne l’efficacia. La disinfezione consente di distruggere i microrganismi patogeni.

Per completezza di informazioni definiamo anche il significato di bonifica

  • Bonifica: è una procedura di pulizia e disinfezione mirata a privare un ambiente, un’apparecchiatura, un impianto, di qualsiasi traccia di materiale contenuto o trattato precedentemente all’interno dello stesso. L’operazione garantisce l’abbattimento della cross-contamination (contaminazione incrociata).

 

Detto ciò possiamo con certezza consigliarvi di attuare prima di qualsiasi sanificazione una pulizia generica degli ambienti eseguita a regola d’arte con l’impiego di macchinari lavapavimenti e detergenti sanificanti come le nostre  ROLTRON 300B, ROLTRON 350B , ROLTRON 560B, ROLTRON 870B per assicurare una rimozione completa dello sporco, grasso e polvere dalle superifici . 

Per  maggiori informazioni leggi l’articolo sulle differenze SANIFICAZIONE -DISINFEZIONE – PULIZIA : https://www.assolombarda.it/servizi/assistenza-sindacale/informazioni/protocollo-di-regolamentazione-pulizia-e-sanificazione-in-azienda

Le differenze tra virus e batteri. Cosa sono i Virus ?

I virus possono essere considerati entità biologiche che però non si identificano nelle classi in cui si definiscono i viventi, i virus infatti hanno un codice genetico ma non si possono replicare in modo autonomo,  possono solo riprodursi all’interno di una cellula ospite. I virus sono perciò microorganismi patogeni microscopici e sono la forma più sviluppata sulla terra.

Possono essere responsabili di malattie in organismi appartenenti a tutti i regni biologici: esistono infatti virus che attaccano batteri (i batteriofagi), funghi, piante e animali, compreso l’uomo.

La resistenza dei virus nell’ambiente è molto bassa, anche se alcuni virus (ad esempio i virus respiratori) possono sopravvivere più a lungo.

I batteri sono dei microrganismi unicellulari sono più grandi dei virus e sono visibili utilizzando il microscopio ottico. I batteri sono in grado di riprodursi autonomamente nell’ambiente e anche in vari tessuti del corpo umano

Le sanificazioni sono doverose attualmente per qualsiasi azienda, queste devono essere fatte quotidianamente secondo quanto previsto dal protocollo d’intesa tra sindacati e imprese per riapertura durate periodo COVID 19.

L’articolo completo Qui   http://www.cnalucca.it/obbligo-sanificazione-studi-e-aziende-per-covid-19/